Jeopardy game at ACC2018

0 24 marzo 2018

Jeopardy game at ACC2018: l’avventura oltreoceano dei giovani cardiologi italiani   Si è appena conclusa la 67esima edizione del congresso annuale dell’American College of Cardiology (ACC) tenutasi ad Orlando, Florida, dal 10 al 12 marzo 2018. Una edizione indimenticabile per alcuni Specializzandi in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare italiani, partiti alla volta dell’America per “combattere” all’interno dell’arena del Jeopardy Game, la famosa battaglia a quiz tra Stati a tema cardiologico che si tiene ogni anno durante il congresso ACC. Quest’anno, per la prima volta, è stata introdotta nel torneo una “Sessione internazionale”, dove 4 nazioni extra-USA hanno potuto competere tra loro. Ma…. facciamo un passo indietro: come è iniziata l’avventura italiana? Da una accesa gara, svoltasi in occasione dei due importanti congressi ANMCO e SIC, rispettivamente a giugno e dicembre 2017. Circa 120 giovani cardiologi in formazione hanno combattuto a colpi di clic in un maxi quiz cardiologico a risposta multipla, comprensivo di 40 domande sui vari temi della cardiologia, per conquistarsi un ruolo nella competizione americana. Ne sono stati selezionati 4, 2 per ciascun congresso di cui poi 3, insieme ad una riserva, hanno di fatto composto il Team italiano volato ad Orlando. Mesi di preparazione, studio intenso, approfondi

Posted in Blog
0 14 febbraio 2018

Approderà a Monaco, per il 2018, il meeting Europeo di cardiologia (ESC), il più ampio congresso cardiovascolare al mondo, che riunirà dal 25 al 29 Agosto oltre 31.000 persone da 150 differenti paesi. Tema di questa edizione saranno le malattie valvolari, ma non mancherà la tradizionale presentazione delle nuove linee guida. Attese per io 2018 saranno infatti le indicazioni sulla sincope, sulla ipertensione arteriosa, le cardiopatia in gravidanza e la ridefinizione dell’infarto miocardico e della rivascolarizzazione coronarica. Occasione fondamentale, inoltre, per presentare il proprio lavoro sulla scena internazionale, attraverso la “call for abstracts”, che si chiuderà il 14 Febbraio 2018. Affrettatevi dunque, mentre per i casi clinici ci sarà ancora tempo fino al 1 Marzo 2018. La presentazione di un lavoro è infatti un criterio fondamentale, per i giovani cardiologi, per  ricevere un grant ESC per partecipare al congresso!! E … non dimenticate di rimanere in contatto con ICOT… per avere ulteriori informazioni sull’organizzazione del congresso e sulla distribuzione di grant e premi.

Posted in Blog
0 13 febbraio 2018

Schermata 2018-02-15 alle 00.23.11

Posted in Blog
0 15 dicembre 2017

a cura di Massimiliano Macrini

Come di consueto, Dicembre è il mese in cui si rinnova l’appuntamento con l’annuale Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC), giunto alla sua 78° edizione. Dal 15 al 18, nella prestigiosa cornice dell’Hotel Rome Cavalieri Hilton, i più autorevoli Cardiologi italiani ed internazionali, tra cui Renu Virmani, Peter Libby, Paul Casale, Eberhard Grube, Stephan Windecker e molti altri, si alterneranno nelle varie aule del centro congressuale, mettendo a disposizione della comunità scientifica tutta la loro esperienza ed esponendo tutte le nuove acquisizioni nei vari ambiti della Cardiologia. Oltre a simposi in cui verranno trattati argomenti che spazieranno dalla cardiopatia ischemica alle valvulopatie, dallo scompenso cardiaco alle aritmie, dalle cardiomiopatie alle vasculopatie periferiche e non solo, estremamente interessanti saranno i Fellow Courses di Cardiologia Interventistica, di Imaging Multimodale nella cardiopatia ischemica, delle malattie del miocardio e di elettrofisiologia. Appuntamento imperdibile, anche quest’anno, in Aula L, sabato 16 dicembre, sarà il Simposio ICOT, ovvero “The FIC Italian Young Cardiologists working group (ICOT) meets ESC Cardiologists Of Tomorrow (COT)”. Dopo il saluto iniziale del Presidente della Società Europea di Cardiolog

Posted in Blog
0 1 dicembre 2017

“ACC’s international mission is to reduce the burden of cardiovascular disease worldwide. In order to achieve that mission, we need to reach people in the regions where they live and practice.”  — Richard A. Chazal, MD, FACC (past president ACC) The American College of Cardiology (ACC) is a 52,000-member nonprofit medical society with a mission to improve cardiovascular (CV) healthcare. The ACC has International Chapters in 38 different countries, to serve the needs of 14,000 ACC international members. ACC International Chapters foster local relationships amongst ACC members in their home countries, promote exchange of knowledge and resources between the ACC and international CV societies, and partner with local CV societies regarding programs and educational meetings at national congress/meetings. The ACC -SIC Fellows In Training (FIT) Jeopardy competition is one of several educational partnerships between the ACC and its international chapters. What is the ACC Inter-State FIT Jeopardy competition? The ACC Inter-State FIT Jeopardy Competition is an educational competition between ACC state chapters which uses a game-style educational format. The competition was created to promote team camaraderie, enhance trainee and early physician engagement in local ACC state chapters and provide an avenue for clin

Posted in Blog
0 28 maggio 2017

a cura di Monica Verdoia, AOU Maggiore della Carità, Università del Piemonte Orientale, Novara La cardiologia interventistica rappresenta una branca in rapida espansione, grazie allo sviluppo di tecnologie sempre più avanzate e complesse, che consentono il trattamento percutaneo di molteplici patologie, dalla malattia coronarica ai vizi valvolari e strutturali del cuore. Ma se ancora qualcuno avesse dei dubbi in merito, potrà certamente fugarli partecipando al “Interventional Cardiology Workshop” che si terrà a Roma, a Villa Mondargone, Monte Porzio Catone il 10 Giugno 2017, sotto l’egida dei Prof. Romeo e Ussia dell’Università Tor Vergata di Roma . L’evento verrà aperto dal Prof. Francesco Romeo, Direttore della Cattedra di Cardiologia presso l’Università Tor Vergata e past-president della Società Italiana di Cardiologia, che illustrerà lo stato dell’arte e le prospettive future della cardiologia interventistica. Seguirà una giornata densa di relazioni che vedranno avvicendarsi docenti di spicco della cardiologia italiana e internazionale, che mostreranno le potenzialità delle procedure interventistiche percutanee in cardiologia, trattando di interventistica coronarica complessa, come la gestione delle occlusioni croniche, ma non solo. Verranno toccati temi riguardanti la gestione delle patologie strutturali, quali il tratta

Posted in Blog
0 21 aprile 2017

A cura di Monica Verdoia, AOU Maggiore della Carità, Università del Piemonte Orientale Spente le luci della ribalta sul congresso dell’American College of Cardiology 2017 è giunto il momento dei bilanci: sono stati 3 giorni densi di eventi, che hanno visto la partecipazione di oltre 18.500 visitatori da tutto il mondo e relatori di spicco da oltre 122 paesi. Ma quali sono state le novità emerse dal congresso? Certamente ACC.17 potrà passare alla storia come il congresso degli inibitori PCSK9, i cui benefici in termini di prevenzione cardiovascolare appaiono sempre più evidenti con la presentazione dei dati di follow-up a lungo termine dei  programmi principali di studio con questi farmaci, come il FOURIER. D’altra parte emergono ancora controversie sulla gestione della malattia coronarica stabile, dove la valutazione funzionale e soprattutto la fractional flow reserve assumono un ruolo sempre più centrale, senza però trascurare il ruolo della terapia medica, in particolare in quei pazienti con occlusioni coronariche croniche. Senza dimenticare, però, le conferme che giungono sia dal mondo dei nuovi anticoagulanti orali, che rimarcano il loro profilo di sicurezza anche nei pazienti sottoposti a procedure di ablazione per la fibrillazione atriale, sia in ambito di trattamento percutaneo delle valvulopatie, con la progressiva espansione del mondo delle TAVI

Posted in Blog
0 27 febbraio 2017

a cura di Massimiliano Macrini, Cattedra di Cardiologia – Università degli Studi Roma Tor Vergata   A chiusura del suo biennio di mandato alla Presidenza della Società Italiana di Cardiologia, il Professor Francesco Romeo, direttore della Cattedra di Cardiologia e della Scuola di Specializzazione di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, ha condiviso alcune riflessioni con il gruppo degli Italian Cardiologists of Tomorrow (ICOT), una realtà in cui il Professore ha sempre creduto fermamente e al cui sviluppo ha contribuito in maniera fondamentale. Ecco i risultati di questa intervista ricca di consigli da parte di chi, dall’alto della sua importante esperienza, non si è mai dimenticato dei più giovani.   Prof. Romeo, è da poco terminato il periodo del suo mandato di presidente della SIC (Società Italiana di Cardiologia). Potrebbe tracciare un bilancio di questi due anni? Posso affermare che il bilancio è senza ombra di dubbio positivo. Il risultato più importante di questi due anni, in cui ho avuto l’onore di essere il Presidente della Società Italiana di Cardiologia, credo sia stato l’incremento evidente della capacità di attrazione, da parte della SIC, per i nuovi iscritti, soprattutto per i più giovani. Abbiamo registrato, infatti, più di 500 nuovi iscri

Posted in Blog
0 20 gennaio 2017

La Newsletter ICOT di oggi è dedicata ad un argomento tanto complesso quanto eccitante: le esperienze formative all’estero. La possibilità di compiere un periodo di ricerca/approfondimento professionale fuori dalla cornice di riferimento italiana in cui vi trovate può rappresentare una parte vitale della complessa formazione richiesta ai giovani cardiologi. Prima di partire, però, ci sono alcune importanti ed essenziali cose da conoscere e bisogna essere preparati a superare più delle difficoltà prodotte dalle semplici barriere linguistiche e culturali. Tuttavia, “ il periodo formativo all’estero” può rappresentare una delle più importanti esperienze della vostra vita. Quindi, organizzatelo con cura e poi godetevolo appieno. Iniziate a mettere in valigia tutta la vostra passione, motivazione, coraggio, ma anche pazienza, forza di volontà e tanta determinazione: vi serviranno! Abbiamo deciso di stilare qui per voi una checklist (assolutamente non esaustiva) che vi aiuterà nella scelta e nella gestione della vostra esperienza estera.  

  1. Partire: si o no? Questo è il primo e più importante passo da compiere. Sebbene alcune volte la volontà potrebbe non coincidere con la possibilità, la scelta consapevole di volere uscire dal guscio ed affrontare, quindi, le difficoltà e le soddisfazioni che la formazi

Posted in Blog
0 24 dicembre 2016

ICOT: un anno di attività tra mente e cuore…   Spenti i riflettori che hanno illuminato il 77° Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia, è tempo di commenti e bilanci per gli ICOT.   Il tradizionale Joint Symposium ICOT-COT “The FIC Italian Young Cardiologists working group meets the ESC Cardiologists of Tomorrow nucleus”, che ormai da anni rappresenta un forum consolidato di incontro, discussione e dibattito tra giovani cardiologi italiani ed europei, ha visto la partecipazione di più di cento under 40 che hanno animato con brillanti relazioni e sagaci interventi il sabato congressuale, sotto lo sguardo attento e compiaciuto del Prof. Romeo, Presidente della SIC, e del Prof. Pinto, Past Presidente dell’ESC.   Dagli ultimi aggiornamenti sulla gestione clinica delle patologie cardiovascolari di maggior interesse, alle più recenti innovazioni tecnologiche in cardiologia interventistica, dai “Nightmares”  durante le attività di sala operatoria, ai “Pitfalls” del mondo della ricerca clinica in ambito farmacologico… questi solo alcuni dei main topic di una sessione concepita da e per le nuove generazioni cardiologiche, impegnate a migliorarsi e rinnovarsi nel solco della grande tradizione medica italiana.   Il format, dinamico e funzionale, dell’evento ha riscoss

Posted in Blog