A, B, C, I…nterventistica: il prossimo workshop a Roma

0 28 maggio 2017

a cura di Monica Verdoia, AOU Maggiore della Carità, Università del Piemonte Orientale, Novara La cardiologia interventistica rappresenta una branca in rapida espansione, grazie allo sviluppo di tecnologie sempre più avanzate e complesse, che consentono il trattamento percutaneo di molteplici patologie, dalla malattia coronarica ai vizi valvolari e strutturali del cuore. Ma se ancora qualcuno avesse dei dubbi in merito, potrà certamente fugarli partecipando al “Interventional Cardiology Workshop” che si terrà a Roma, a Villa Mondargone, Monte Porzio Catone il 10 Giugno 2017, sotto l’egida dei Prof. Romeo e Ussia dell’Università Tor Vergata di Roma . L’evento verrà aperto dal Prof. Francesco Romeo, Direttore della Cattedra di Cardiologia presso l’Università Tor Vergata e past-president della Società Italiana di Cardiologia, che illustrerà lo stato dell’arte e le prospettive future della cardiologia interventistica. Seguirà una giornata densa di relazioni che vedranno avvicendarsi docenti di spicco della cardiologia italiana e internazionale, che mostreranno le potenzialità delle procedure interventistiche percutanee in cardiologia, trattando di interventistica coronarica complessa, come la gestione delle occlusioni croniche, ma non solo. Verranno toccati temi riguardanti la gestione delle patologie strutturali, quali il tratta

Posted in Blog
0 21 aprile 2017

A cura di Monica Verdoia, AOU Maggiore della Carità, Università del Piemonte Orientale Spente le luci della ribalta sul congresso dell’American College of Cardiology 2017 è giunto il momento dei bilanci: sono stati 3 giorni densi di eventi, che hanno visto la partecipazione di oltre 18.500 visitatori da tutto il mondo e relatori di spicco da oltre 122 paesi. Ma quali sono state le novità emerse dal congresso? Certamente ACC.17 potrà passare alla storia come il congresso degli inibitori PCSK9, i cui benefici in termini di prevenzione cardiovascolare appaiono sempre più evidenti con la presentazione dei dati di follow-up a lungo termine dei  programmi principali di studio con questi farmaci, come il FOURIER. D’altra parte emergono ancora controversie sulla gestione della malattia coronarica stabile, dove la valutazione funzionale e soprattutto la fractional flow reserve assumono un ruolo sempre più centrale, senza però trascurare il ruolo della terapia medica, in particolare in quei pazienti con occlusioni coronariche croniche. Senza dimenticare, però, le conferme che giungono sia dal mondo dei nuovi anticoagulanti orali, che rimarcano il loro profilo di sicurezza anche nei pazienti sottoposti a procedure di ablazione per la fibrillazione atriale, sia in ambito di trattamento percutaneo delle valvulopatie, con la progressiva espansione del mondo delle TAVI

Posted in Blog
0 27 febbraio 2017

a cura di Massimiliano Macrini, Cattedra di Cardiologia – Università degli Studi Roma Tor Vergata   A chiusura del suo biennio di mandato alla Presidenza della Società Italiana di Cardiologia, il Professor Francesco Romeo, direttore della Cattedra di Cardiologia e della Scuola di Specializzazione di Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, ha condiviso alcune riflessioni con il gruppo degli Italian Cardiologists of Tomorrow (ICOT), una realtà in cui il Professore ha sempre creduto fermamente e al cui sviluppo ha contribuito in maniera fondamentale. Ecco i risultati di questa intervista ricca di consigli da parte di chi, dall’alto della sua importante esperienza, non si è mai dimenticato dei più giovani.   Prof. Romeo, è da poco terminato il periodo del suo mandato di presidente della SIC (Società Italiana di Cardiologia). Potrebbe tracciare un bilancio di questi due anni? Posso affermare che il bilancio è senza ombra di dubbio positivo. Il risultato più importante di questi due anni, in cui ho avuto l’onore di essere il Presidente della Società Italiana di Cardiologia, credo sia stato l’incremento evidente della capacità di attrazione, da parte della SIC, per i nuovi iscritti, soprattutto per i più giovani. Abbiamo registrato, infatti, più di 500 nuovi iscri

Posted in Blog
0 20 gennaio 2017

La Newsletter ICOT di oggi è dedicata ad un argomento tanto complesso quanto eccitante: le esperienze formative all’estero. La possibilità di compiere un periodo di ricerca/approfondimento professionale fuori dalla cornice di riferimento italiana in cui vi trovate può rappresentare una parte vitale della complessa formazione richiesta ai giovani cardiologi. Prima di partire, però, ci sono alcune importanti ed essenziali cose da conoscere e bisogna essere preparati a superare più delle difficoltà prodotte dalle semplici barriere linguistiche e culturali. Tuttavia, “ il periodo formativo all’estero” può rappresentare una delle più importanti esperienze della vostra vita. Quindi, organizzatelo con cura e poi godetevolo appieno. Iniziate a mettere in valigia tutta la vostra passione, motivazione, coraggio, ma anche pazienza, forza di volontà e tanta determinazione: vi serviranno! Abbiamo deciso di stilare qui per voi una checklist (assolutamente non esaustiva) che vi aiuterà nella scelta e nella gestione della vostra esperienza estera.  

  1. Partire: si o no? Questo è il primo e più importante passo da compiere. Sebbene alcune volte la volontà potrebbe non coincidere con la possibilità, la scelta consapevole di volere uscire dal guscio ed affrontare, quindi, le difficoltà e le soddisfazioni che la formazi

Posted in Blog
0 24 dicembre 2016

ICOT: un anno di attività tra mente e cuore…   Spenti i riflettori che hanno illuminato il 77° Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia, è tempo di commenti e bilanci per gli ICOT.   Il tradizionale Joint Symposium ICOT-COT “The FIC Italian Young Cardiologists working group meets the ESC Cardiologists of Tomorrow nucleus”, che ormai da anni rappresenta un forum consolidato di incontro, discussione e dibattito tra giovani cardiologi italiani ed europei, ha visto la partecipazione di più di cento under 40 che hanno animato con brillanti relazioni e sagaci interventi il sabato congressuale, sotto lo sguardo attento e compiaciuto del Prof. Romeo, Presidente della SIC, e del Prof. Pinto, Past Presidente dell’ESC.   Dagli ultimi aggiornamenti sulla gestione clinica delle patologie cardiovascolari di maggior interesse, alle più recenti innovazioni tecnologiche in cardiologia interventistica, dai “Nightmares”  durante le attività di sala operatoria, ai “Pitfalls” del mondo della ricerca clinica in ambito farmacologico… questi solo alcuni dei main topic di una sessione concepita da e per le nuove generazioni cardiologiche, impegnate a migliorarsi e rinnovarsi nel solco della grande tradizione medica italiana.   Il format, dinamico e funzionale, dell’evento ha riscoss

Posted in Blog
0 16 dicembre 2016

I Cardiologists of Tomorrow a Roma per il Congresso Nazionale SIC: sempre presenti e sempre più innovativi! Eccoci giunti al tradizionale appuntamento di Dicembre con l’annuale Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC), alla sua 77° edizione. Sabato 17 Dicembre, in aula L, dale ore 09:00 alle 18:15 non perdetevi l’ appuntamento con l’ ormai consueto Joint symposium ICOT-COT: “The FIC Italian Young Cardiologists working group meets the ESC Cardiologists of Tomorrow (COT) nucleus”. Il Simposio si articolerà in 7 sessioni, in cui relatori, rigorosamente under 40, si susseguiranno nella presentazione di temi interessanti, pratici, dibattuti, ma anche sorprendenti, dedicati alla formazione dei più giovani, ma di potenziale interesse anche per i cardiologi esperti. Forti del notevole successo riscontrato nelle precedenti edizioni, una folta presenza di giovani cardiologi provenienti da tutta Europa si incontreranno per discutere degli argomenti più attuali nell’ambito del panorama della Cardiologia. Grandi le novità attese per la quinta edizione del Simposio, dal respiro decisamente internazionale, non solo per il tema delle relazioni, annunciate dal titolo di grandi classici cinematografici, ma anche per il maggiore coinvolgimento di relatori europei, con un balzo fino al continente nero. Per questo motivo, gli interventi sar

Posted in Blog
0 2 dicembre 2016

Per la sua prima edizione parigina, il Congresso RHYTHM 2017 vi aspetta nella Ville Lumière.  Partecipate al meeting ed all’ avvincente abstract competition con premio ai vincitori: nella vita ci vuole “Ritmo”…che vinca il migliore!   Il  Congresso “RHYTHM 2017″  si terrà, dopo varie edizioni marsigliesi, per la prima volta a Parigi il 2-3 Marzo 2017. Gli argomenti di questo interessante meeting, trattati da esperti a livello internazionale in maniera dinamica e coinvolgente,  verteranno principalmente su:

  • aritmologia clinica ed interventistica ( spaziando dall’ ECG, all’elettrostimolazione fino alle ablazioni transcatetere ad alti livelli)
  • scompenso cardiaco
  • le più innovative tecnologie nei suddetti ambiti.

Inoltre, questo congresso si presenta molto allettante, oltre che per le tematiche affrontate, anche per una grande opportunità concessa ai giovani. Gli organizzatori del meeting, infatti, hanno ideato una “ABSTRACT COMPETITION SULLE ARITMIE E SULLO SCOMPENSO CARDIACO” indirizzata principalmente a Noi Giovani Cardiologi! Gli abstract cartacei inviati dovranno contenere un massimo di 300 parole; mentre quelli formato video ( video cases) dovranno essere di durata non superiore ai 5 minuti. I lavori ritenuti più meritevoli saranno presentati durante “ The Free Papers or ePosters Sessio

Posted in Blog
0 17 novembre 2016

Come ogni anno, eccoci finalmente giunti alle soglie della tanto attesa sesta edizione di quello che, ormai, rappresenta un appuntamento fisso per i giovani cardiologi piemontesi. Il 19 Novembre 2016, presso l’Hotel Europa di Novara,  si terrà, infatti, la “VI Convention Giovani SIC Piemonte-Valle d’Aosta: dalla scuola al mondo del lavoro”. Il fulcro di questo evento è rappresentato dalla presenza di giovani medici ed infermieri coinvolti in prima persona nelle relazioni e nelle moderazioni delle varie, interessanti sessioni di questo meeting. La partecipazione è aperta a tutti, quindi vi aspettiamo  numerosi! Il programma della Convention – pensato per mantenere i cardiologi, alle prime armi e non, aggiornati sulle ultime novità in ambito cardiovascolare – prevede un menù decisamente invitante: da un avvincente “processo al trial” che svelerà luci e ombre degli ultimi studi proposti a livello europeo e mondiale, alla presentazione di casi complessi con veri e propri momenti “incubo” sia nell’ambito dell’emodinamica che dell’elettrofisiologia, nonché una sessione di “hot topics” riguardante un argomento di estrema attualità e, infine, una sessione dedicata alle ultime novità nell’ambito della terapia farmacologica. Non mancherà, inoltre, la sessione dedicata ai giovani infermieri. L’ultima sessione non ha bisogno di commenti perché ” Un ECG

Posted in Blog
0 15 novembre 2016

Cari Giovani Cardiologi, innanzitutto, come di buona norma, le presentazioni: sono Cristina Raimondo, Presidente degli Italian Cardiologists of Tomorrow (ICOT). Sono lieta di comunicarvi che questa mail darà il “via” alla nostra Newsletter, indirizzata a tutti i Soci ICOT. Dato che, per tradizione letteraria, tutto inizia con  “C’era una volta…”, vi scrivo per raccontarvi una storia: la storia di un’ idea finalmente rivolta ai giovani, nata con l’ intento di creare  un gruppo, una squadra. Un’ idea che, grazie a chi ha creduto in noi giovani e ci ha voluto supportare, si é poi trasformata in un progetto e, oggi, costituisce una vera e propria realtà, tutta in continuo divenire. Il progetto ICOT nasce a Roma nel 2012 con lo scopo di creare un gruppo di giovani cardiologi che rappresentano il Presente ed il Futuro della “cardiologia di domani”, in Italia ed all’ Estero. Questa idea é stata promossa ed incentivata dalla Società Europea di Cardiologia (ESC) e si é poi sviluppata sotto la guida della Federazione Italiana di Cardiologia (FIC). La realizzazione di questo progetto, nonché l’ appartenenza al gruppo ICOT, ci rende molto fieri per diverse ragioni, di cui una in particolare: molti oggi parlano dei giovani, ma non molti parlano ai giovani. I propositi degli ICOT sono, pertanto, rappresentati dal “ parlare tra giovani ed ai giovani”, da

Posted in Blog
0 12 dicembre 2014

Presso: Roma – Cavalieri Hilton Dal 13 al 15 dicembre 2014

Posted in Blog