ICoT “FA e CAD: gestione ottimale della terapia antitrombotica”

0 12 Agosto 2019

A cura di Anna Rago Cari colleghi, con piacere cogliamo l’occasione per condividere con voi gli ultimi aggiornamenti relativi allo stato dell’arte circa l’ ottimale gestione della terapia antitrombotica nei pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e cardiopatia ischemica (CAD). Approssimativamente, circa il 5-8% dei pazienti sottoposti ad angioplastica coronarica percutanea (PCI) è affetto da FANV. Allo stesso tempo, la CAD è presente in circa il 20% dei pazienti con FANV. In tali pazienti l’anticoagulazione standard con antagonisti della vitamina K (VKA) associata alla duplice terapia antiaggregante (DAPT) con inibitori di P2Y12 e aspirina, riduce il rischio di trombosi e di ictus, ma aumenta il rischio di sanguinamenti; tale evenienza presenta un’incidenza del 2.2% entro il primo mese per poi passare al 4.1% durante il primo anno di trattamento. Pertanto, un regime antitrombotico orale con un profilo di rischio-beneficio accettabile risulta fondamentale nel trattamento di pazienti affetti da FANV e sindrome coronarica acuta (SCA) concomitante o PCI. I regimi comprendenti gli anticoagulanti orali diretti non antagonisti della vitamina K (DOAc) sembrano offrire numerosi vantaggi rispetto a VKA, in particolare risultano associati a un minor rischio di sanguinamento. In questo contesto, il trial PIONEER AF PCI (1

Posted in Blog
0 16 Luglio 2019

A cura di Federica Ilardi La stenosi aortica rappresenta oggigiorno il secondo difetto valvolare più diffuso nella popolazione generale dopo l’insufficienza mitralica, ed ancora il più numeroso se si considerala popolazione over 65. Si stima che in Europa circa il 12.4% della popolazione oltre i 75 anni ne sia affetto e nel 3.4% dei casi la patologia è classificabile come severa. Numerosi studi hanno dimostrato come la stenosi aortica severa, quando diventa sintomatica, sia gravata da un elevato tasso di mortalità entro 2 anni dalla diagnosi e richieda pertanto la sostituzione valvolare. Ma quale è il trattamento raccomandato? Negli ultimi anni l’intervento di TAVI (sostituzione valvolare aortica transcatetere) è passato, da valida alternativa alla sostituzione valvolare chirurgica, in pazienti selezionati, a trattamento di scelta in un numero crescente di pazienti. Numerosi trial randomizzati hanno infatti dimostrato non solo la non-inferiorità, ma anche la superiorità di tale procedura nei pazienti ad alto e moderato rischio chirurgico. Questo dato ha rivoluzionato le attuali linee guida sia europee che americane ponendo, in tale setting di pazienti, la TAVI come intervento “gold standard”. Si sta pertanto osservando un aumento esponenziale di questa tipologia di interventi, accompagnato da un crescente interesse scientifico e tecnolo

Posted in Blog
0 5 Aprile 2019

Il 21 e 22 maggio 2018 si è tenuto a Parigi, in occasione del congresso EuroPCR, il quinto EAPCI Fellows Course. Coordinati dall’EAPCI Young Interventionalists Commitee, che ha lavorato per mesi sotto la guida del presidente G.G. Toth alla realizzazione dell’evento, sul palco si sono susseguiti relatori di altissimo valore, consentendo a circa 150 giovani cardiologi interventisti provenienti da tutto il mondo di seguire presentazioni su argomenti che spaziavano dai fondamenti della tecnica fino alle situazioni più complesse. Il corso è iniziato con i concetti fondamentali dell’interventistica cardiologica, definiti significativamente “not boring but crucial”, inclusi radioprotezione ed ergonomia, ponendo l’attenzione su aspetti che nella pratica quotidiana vengono tralasciati: quanti di noi sapevano che è opportuno tenere il tavolo operatorio più in alto possibile (per ridurre la radioesposizione) e alternare il piede sui pedali di scopia e grafia (per distribuire il peso del camice piombato in modo simmetrico)???? Dopo aver approfondito l’approccio radiale, la scelta di cateteri e fili guida ed il design degli stent, è stata trattata la valutazione anatomica (IVUS e OCT: imaging mandatorio nei casi di restenosi o trombosi di stent, oltre a quando il dato angiografico è dubbio!) e fisiologica del circolo coronarico, indispensabile

Posted in Blog
0 22 Febbraio 2019

Una SIC entusiasmante chiude il fertile 2018 del gruppo ICoT. Durante quest’anno il nostro working group si è amalgamato e ha prodotto, in stretta collaborazione con la SIC, interessanti iniziative.  Cagliari, Napoli e Genova son stati teatro di eventi formativi diretti a Giovani Cardiologi, di età e d’animo! Durante la sessione dedicata al Congresso Nazionale abbiamo avuto il piacere di ospitare il Presidente dell’ESC, la Prof.ssa Barbara Casadei, ed i Presidenti dell’ANMCO Dott. Michele Gulizia e dell’AIAC Dott. Renato Pietro Ricci. Stretto inoltre il rapporto con numerose società scientifiche: GISE, HOT, GIEC, GIMSI. Relazioni di alto livello da parte di tutti i Giovani Colleghi nazionali ed internazionali invitati hanno animato la giornata di sabato. RMN cardiaca, speckle tracking, S-ICD, FFR, sono solo alcune delle tematiche trattate e discusse da giovani nella nostra sessione. Abbiamo superato abbondantemente la campienza massima dell’aula L in occasione della Lettura del Prof. Oreto. Partecipatissimi e combattutissimi i quiz: il Jeopardy Game dell’ACC, l’ECG Challenge e il Virtual Body Interact (un grazie in particolare agli sviluppatori di VBI). Nelle giornate di domenica e lunedì gli ICoT, in collaborazione con AIAC giovani e GISE Young, hanno proseguito il Congresso con delle sessioni pratiche “Hands on” su tematiche di grande interesse: catet

Posted in Blog
0 24 Marzo 2018

Jeopardy game at ACC2018: l’avventura oltreoceano dei giovani cardiologi italiani   Si è appena conclusa la 67esima edizione del congresso annuale dell’American College of Cardiology (ACC) tenutasi ad Orlando, Florida, dal 10 al 12 marzo 2018. Una edizione indimenticabile per alcuni Specializzandi in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare italiani, partiti alla volta dell’America per “combattere” all’interno dell’arena del Jeopardy Game, la famosa battaglia a quiz tra Stati a tema cardiologico che si tiene ogni anno durante il congresso ACC. Quest’anno, per la prima volta, è stata introdotta nel torneo una “Sessione internazionale”, dove 4 nazioni extra-USA hanno potuto competere tra loro. Ma…. facciamo un passo indietro: come è iniziata l’avventura italiana? Da una accesa gara, svoltasi in occasione dei due importanti congressi ANMCO e SIC, rispettivamente a giugno e dicembre 2017. Circa 120 giovani cardiologi in formazione hanno combattuto a colpi di clic in un maxi quiz cardiologico a risposta multipla, comprensivo di 40 domande sui vari temi della cardiologia, per conquistarsi un ruolo nella competizione americana. Ne sono stati selezionati 4, 2 per ciascun congresso di cui poi 3, insieme ad una riserva, hanno di fatto composto il Team italiano volato ad Orlando. Mesi di preparazione, studio intenso, approfondi

Posted in Blog
0 14 Febbraio 2018

Approderà a Monaco, per il 2018, il meeting Europeo di cardiologia (ESC), il più ampio congresso cardiovascolare al mondo, che riunirà dal 25 al 29 Agosto oltre 31.000 persone da 150 differenti paesi. Tema di questa edizione saranno le malattie valvolari, ma non mancherà la tradizionale presentazione delle nuove linee guida. Attese per io 2018 saranno infatti le indicazioni sulla sincope, sulla ipertensione arteriosa, le cardiopatia in gravidanza e la ridefinizione dell’infarto miocardico e della rivascolarizzazione coronarica. Occasione fondamentale, inoltre, per presentare il proprio lavoro sulla scena internazionale, attraverso la “call for abstracts”, che si chiuderà il 14 Febbraio 2018. Affrettatevi dunque, mentre per i casi clinici ci sarà ancora tempo fino al 1 Marzo 2018. La presentazione di un lavoro è infatti un criterio fondamentale, per i giovani cardiologi, per  ricevere un grant ESC per partecipare al congresso!! E … non dimenticate di rimanere in contatto con ICOT… per avere ulteriori informazioni sull’organizzazione del congresso e sulla distribuzione di grant e premi.

Posted in Blog
0 13 Febbraio 2018

Schermata 2018-02-15 alle 00.23.11

Posted in Blog
0 15 Dicembre 2017

a cura di Massimiliano Macrini

Come di consueto, Dicembre è il mese in cui si rinnova l’appuntamento con l’annuale Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC), giunto alla sua 78° edizione. Dal 15 al 18, nella prestigiosa cornice dell’Hotel Rome Cavalieri Hilton, i più autorevoli Cardiologi italiani ed internazionali, tra cui Renu Virmani, Peter Libby, Paul Casale, Eberhard Grube, Stephan Windecker e molti altri, si alterneranno nelle varie aule del centro congressuale, mettendo a disposizione della comunità scientifica tutta la loro esperienza ed esponendo tutte le nuove acquisizioni nei vari ambiti della Cardiologia. Oltre a simposi in cui verranno trattati argomenti che spazieranno dalla cardiopatia ischemica alle valvulopatie, dallo scompenso cardiaco alle aritmie, dalle cardiomiopatie alle vasculopatie periferiche e non solo, estremamente interessanti saranno i Fellow Courses di Cardiologia Interventistica, di Imaging Multimodale nella cardiopatia ischemica, delle malattie del miocardio e di elettrofisiologia. Appuntamento imperdibile, anche quest’anno, in Aula L, sabato 16 dicembre, sarà il Simposio ICOT, ovvero “The FIC Italian Young Cardiologists working group (ICOT) meets ESC Cardiologists Of Tomorrow (COT)”. Dopo il saluto iniziale del Presidente della Società Europea di Cardiolog

Posted in Blog
0 1 Dicembre 2017

“ACC’s international mission is to reduce the burden of cardiovascular disease worldwide. In order to achieve that mission, we need to reach people in the regions where they live and practice.”  — Richard A. Chazal, MD, FACC (past president ACC) The American College of Cardiology (ACC) is a 52,000-member nonprofit medical society with a mission to improve cardiovascular (CV) healthcare. The ACC has International Chapters in 38 different countries, to serve the needs of 14,000 ACC international members. ACC International Chapters foster local relationships amongst ACC members in their home countries, promote exchange of knowledge and resources between the ACC and international CV societies, and partner with local CV societies regarding programs and educational meetings at national congress/meetings. The ACC -SIC Fellows In Training (FIT) Jeopardy competition is one of several educational partnerships between the ACC and its international chapters. What is the ACC Inter-State FIT Jeopardy competition? The ACC Inter-State FIT Jeopardy Competition is an educational competition between ACC state chapters which uses a game-style educational format. The competition was created to promote team camaraderie, enhance trainee and early physician engagement in local ACC state chapters and provide an avenue for clin

Posted in Blog